3 regole essenziali per il Decluttering della tua casa

by - settembre 15, 2018

3 regole essenziali per il Decluttering della tua casa

C'è solo una cosa che odio più delle pulizie e di stirare... mettere in ordine in casa. Se poi parliamo di un processo più complesso, il decluttering ovvero l'arte di liberarsi dal superfluo, è inutile che ti racconti le favole, è un lavoro enorme!

Eppure una volta che cominci, fatichi a smettere. Eh sì, il decluttering crea dipendenza! Si diventa dipendenti dal “dopo”: perchè il processo di “riordino”, in realtà, ci semplifica la vita.

Dopo aver eliminato il superfluo in modo sistematico, la mia casa sembra diversa: tutto appare pulito, in ordine e spazioso e io perdo meno tempo a cercare le cose. È come se l'equilibrio in casa fosse stato finalmente ripristinato. Così mi sento bene. Ed ho voglia di continuare a mantenere questa armonia.

Il decluttering non deve essere visto come una rinuncia, ma come un processo verso una semplicità riconquistata. Quindi per riappropriarci felicemente dei nostri spazi occorre ridurre il numero degli oggetti inutili.

regole-per-decluttering-della-tua-casa-8

Ho già condiviso con te il mio grande “repulisti” di ogni armadio della nostra casa, grazie anche al metodo del guardaroba capsula. Da non credere, avevo riempito più di 10 buste di roba da eliminare! Mi sono liberata dal superfluo in molti dei miei mobili della cucina e nella dispensa. Ho iniziato a “fare spazio” nel mio angolino creativo (impresa ardua!). Abbiamo eliminato molta roba accumulata per anni in garage (impresa impossibile!). C'è ancora molto lavoro da fare, ma ora che ho iniziato, non posso fermarmi.

Mi ci è voluto un po' per trovare la motivazione per iniziare. Ho letto molti articoli sul decluttering e la filosofia del minimalismo, ma nessuno di loro mi ha spinto all'azione. Ho capito quali sarebbero stati i benefici, certo, ma non pensavo davvero che fossero importanti fino a quando non li ho vissuti in prima persona.

Guadagnando spazio si guadagna anche tempo

Fa tua questa buona abitudine con queste tre semplici regole che ti aiuteranno ad essere più motivata, decidere velocemente cosa eliminare e lavorare in modo semplice (e anche divertente).

Quindi, come iniziare? E come posso andare avanti? Ecco le tre regole essenziali che sto usando per ripulire ed organizzare tutta la nostra casa.

regole-per-decluttering-della-tua-casa-6

1. Avere un obiettivo più stimolante dell'eliminare il disordine

Il decluttering richiede un'enorme quantità di tempo ed energia se lo si guarda nella sua complessità. Per avere una motivazione abbastanza forte per iniziare (e terminare) il processo di riordino hai bisogno di un obiettivo più stimolante di quello semplice ed ovvio di mettere in ordine.

Aiutando un'amica nel suo trasloco, ho capito l'enorme lavoro che occorre fare per eliminare le cose che, per vari motivi, si accumulano negli anni. Sicuramente il cambio di casa è una delle motivazioni più forti, che spingono a fare decluttering. Ma non occorre fingere di trasferirsi per iniziare il riordino, anche se è un buon metodo per trovare la motivazione per liberarsi delle cose inutili.

Non solo un trasloco può aiutare, ma anche delle piccole modifiche o ristrutturazioni in casa.

Quando mi sono stancata del disordine della nostra dispensa, ho usato la scusa della risistemazione del piccolo locale (praticamente un ripostiglio) come motivazione per fare una completa eliminazione delle cose superflue. L'obiettivo non era il decluttering, ma quello di migliorare le nostre vite rendendo più funzionale la disposizione di pentole, utensili e cibo. Questa è un “ristrutturazione” realistica, che chiunque può fare: anche se non è possibile ridipingere le pareti o cambiare gli scaffali, si può comunque cambiare la disposizione degli oggetti per avere un luogo pulito e organizzato, che ti renderà più felice ogni volta che apri la porta.

Non bisogna avere fretta di fare tutto subito, ma procedere per step.
Quindi, per iniziare, invece di scegliere una stanza dove partire a fare decluttering, ti consiglio di pensare ad alcuni miglioramenti che desideri apportare nella casa tua. Magari vuoi rendere più funzionali gli scaffali dei tuoi figli, che stanno crescendo, oppure mettere mano al mobile del bagno per riorganizzare i cosmetici e i prodotti per l'igiene. Utilizza quelle come “scuse”: saranno la motivazione per iniziare ad eliminare il superfluo. Una volta che inizi in alcune aree chiave, diventa più facile proseguire. E così che si comincia.
Per poter semplificare la nostra vita, dobbiamo semplificare e riorganizzare lo spazio intorno a noi.

regole-per-decluttering-della-tua-casa-7

2. Usare dei criteri per rendere automatico il processo

Non andrai da nessuna parte con il decluttering se non prendi in considerazione ogni singolo oggetto per decidere: lo tengo o lo elimino? Hai bisogno di fare un'analisi veloce in modo che le decisioni che stai per prendere siano semplici, quasi automatiche.

Mi piace l'idea di base di Marie Kondo: il "ti dà gioia?", riferito al singolo oggetto per fare una selezione, è senza dubbio affascinante. Ma davvero non fa per me. Penso che forse le persone più emotive riescano ad applicare meglio questo sistema. Non che io non lo sia, ma ho anche una parte razionale e pratica molto forte. Ho bisogno di una guida più concreta, non solo di un controllo istintivo.

Per altro il metodo KonMari di Marie Kondo descritto nel suo libro “Il magico potere del riordino” ha dei limiti (forse culturali?) secondo me. Il primo fra tutti è il fatto che non si possa regalare o vendere gli oggetti o i capi da noi selezionati, ma tutto debba essere buttato via. Ma ne parliamo un’altra volta.

Quindi, in modalità decluttering, mi sono venuti in aiuto i miei studi di architettura, ecco una delle mie citazioni preferite:

"Non avere nulla in casa che tu non reputi utile o bello"

[William Morris]

Ecco, è questo il punto. Decidere se qualcosa è utile, anche solo per scopi decorativi, è più facile per me che decidere se "mi dà gioia"!

regole-per-decluttering-della-tua-casa-10

Partendo da questo, ecco i criteri che utilizzo per decidere cosa eliminare:

E' coperto di polvere?

A meno che non sia qualcosa dal valore tremendamente affettivo, niente nella tua casa che tu reputi utile o bello dovrebbe essere... coperto di polvere! Capita di frequente con gli oggetti dimenticati in garage, soffitta e cantina. Ma se devi usare un panno umido per spolverarlo è meglio che esca di casa.

Ho eliminato diverse cose utilizzando questo parametro. Se la polvere si è accumulata in modo pesante su quell'oggetto, è la prova che non lo sto usando e nemmeno “considerando” che esista. Ho pulito gli oggetti in questione e li ho donati a qualcuno che potrebbe effettivamente utilizzarli.

Lo comprerei di nuovo oggi?

Tutto ciò che non si adatta al tuo stile di vita adesso, deve andare via. L’oggetto deve avere un senso nella tua vita ora.

Questo criterio mi è stato particolarmente utile quando ho riordinato completamente il mio armadio. All'inizio pensavo di provare tutto e conservare solo i pezzi che mi stavano ancora bene come taglia. Ma avevo tutta una serie di capi che, pur essendo in buono stato e con la taglia giusta, non mettevo da anni: il motivo è semplice, non mi rappresentavano più.

Così li ho inseriti direttamente nella pila delle cose da eliminare. Il procedimento di decluttering del mio armadio è andato molto più spedito dopo. Ora, ogni volta che apro il mio armadio, sono più felice di scegliere “cosa mettermi”, perchè trovo solo capi che mi piacciono veramente.

Questo parametro è utile anche per quelle cose che stanno dentro la categoria: "ehi, ho fatto un affare!". Se ti trovassi di fronte alla decisione di acquistare di nuovo l'oggetto oggi, a prezzo pieno, lo faresti? In genere a questa domanda io ammetto con me stessa che, il più delle volte, sono stata attratta dall'oggetto solo per lo sconto e... quindi lo elimino!

E' ancora nuovissimo?!

In casa mia non si trova mai nulla che presenti ancora il cartellino con il prezzo. Capita, però, a tutti di avere qualcosa che magari è stato indossato od usato una sola volta (o anche mai!) pur stazionando in casa da anni.

Se trovo un oggetto od un capo così, penso che non ha mai trovato uno scopo nella mia casa e quindi può essere tranquillamente regalato o venduto, senza rimpianto. Gli oggetti sono fatti per essere usati! Lo spreco non è darli via, ma non utilizzarli e lasciarli dimenticati nell'armadio.

Ho già un duplicato?

Ci sono sempre diversi duplicati provenienti dai regali di nozze o dalle “vite precedenti” da single, ma nessuno ha mai il coraggio di buttarli, perchè “non si sa mai”. E' inutile che te lo dica, non hai bisogno di due tostapane, due frullatori e due set di bourguignonne. In verità, di quest'ultimo non te ne serve nemmeno uno, perchè è il classico oggetto che si usa una volta e mai più!

A parte gli scherzi, soprattutto i piccoli elettrodomestici diventano sorpassati dopo alcuni anni, per non parlare che ce ne sono di nuovi che svolgono le funzioni di due o più. Quindi averne uno di scorta non è sempre una buona idea, perchè quando si romperà e vorrai cambiarlo, sceglierai probabilmente un modello più evoluto. Tieni gli oggetti migliori e sbarazzati dei duplicati. E per il futuro: quando ti serve qualcosa, verifica se tra ciò che già possiedi non ci sia già un oggetto che possa svolgere la stessa funzione.

regole-per-decluttering-della-tua-casa-5

3. Una buona organizzazione per un processo semplice (e divertente)

Lo so, lo so, il decluttering richiede tempo ed energia, se pensi di doverlo fare in una volta sola. Ma occorre procedere per step. Con una buona organizzazione, anche il processo diventa semplice e automatico. I criteri sopra sono un buon punto di partenza, ma puoi fare di più per ottimizzare l'intera operazione.

Innanzitutto, il decluttering dovrebbe diventare una costante nelle tue normali faccende domestiche. Ad esempio, quando pulisco il bagno, faccio un rapido controllo dei cassetti e degli armadietti e trovo sempre almeno una cosa non usata da tempo da buttare. Puoi anche scegliere una volta a settimana una mensola, un pensile e riordinalo, eliminando ciò che non serve.

Un altro esempio? Ogni mese puoi scegliere un oggetto o un indumento che non usi da più di un anno ed eliminalo. Tenendo un occhio attento sul disordine, non credo che dovremmo mai più fare una grande selezione ed eliminazione cominciando da zero, ti pare?

L'altro aspetto implica di ridurre i nuovi acquisti e qui si arriva ad affrontare un altro argomento che è strettamente legato al decluttering, quello del minimalismo come stile di vita, quindi possedere di meno per rimuovere il superfluo. A questo proposito leggi Shopping minimalista - 7 domande da farsi prima di comprare.

Ecco altri metodi utili per rendere il processo di decluttering semplice:

  • Tieni a portata di mano sacchi e scatoloni per le cose da buttare e quelle da dare in beneficenza. Regola furba per il decluttering: metti gli oggetti per le donazioni benefiche direttamente in auto, in modo da poterli portare a destinazione la prossima volta che sei fuori per fare delle commissioni. In questo modo niente sosterà inutilmente in casa.    
  • Se hai oggetti o mobili che sono ancora in buono stato puoi provare anche a venderli nei mercatini dell'usato. Non aspettare troppo tempo per farlo, ci sono grosse catene dell’usato in ogni città.
  • Puoi anche regalare ad amici e parenti, ma una volta che hai deciso di sbarazzartene, le cose non devono sostare troppo in casa, altrimenti contribuiscono al disordine. Per cui se nessuno, entro un tempo ragionevole viene a prendersele, dona tutto in beneficenza.
  • Per gli oggetti più ingombranti, ci sono anche enti benefici con servizi di ritiro gratuito. Se sono in cattive condizioni puoi programmare il ritiro con la società della tua zona che si occupa di smaltimento dei rifiuti.

    E' possibile rendere divertente il decluttering? Sicuramente lo possiamo rendere più piacevole, ad esempio:

    • Ascoltare una playlist che ci dà la carica, un programma radio divertente o guardare una serie tv se abbiamo il televisore vicino.
    • Prepararsi un tè, una tisana, una cioccolata, insomma una piacevole bevanda da tenere vicino e da sorseggiare quando se ne ha voglia.
    • Farsi aiutare… anche solo con le “chiacchiere”! Ogni occasione è buona per coinvolgere sorelle ed amiche, ma anche i componenti della famiglia, nelle nostre avventure di decluttering. Il procedimento è meno noioso, passa più velocemente ed è più divertente se qualcuno ti aiuta!

    Di certo una volta iniziato troverai le energie per continuare perché ti renderai subito conto di quanto sia vantaggioso sbarazzarsi dell’inutile.
        
    Se anche tu hai una strategia o un’abitudine per il decluttering della casa non dimenticare di scriverlo nei commenti qui o sulla mia pagina Facebook!

    3 regole essenziali per il Decluttering della tua casa

    You May Also Like

    5 commenti

    1. Anch'io dovrei darmi al decluttering altrimenti mi toccherà presto uscire di casa per dar spazio agli oggetti.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Il problema è proprio quello Grazia, far spazio per evitare di dover traslocare :D eheheh

        Elimina
    2. In effetti hai ragione, anche io non mi immedesimo nel discorso della gioia, ma tu mi hai dato dei validi spunti per riprendere un percorso che - a singhiozzo - ogni tanto affronto.
      Purtroppo temo che le persone creative abbiano maggiore difficoltà ad eliminare perchè vedono in molti oggetti un potenziale materiale per qualche progetto, spesso anche di riciclo.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. E' vero Chiara, per una persona creativa avere tutto ordinato e buttare via il superfluo richiede uno sforzo supplementare. Anche io sto rimandando da tempo di fare decluttering in un angolo in cui ho depositato un po' di scatoline ed oggetti di riciclo, nella speranza di farci qualcosa. però gli anni passano e quel qualcosa di creativo con quelle cose non riesco a farle (se non in minima, davvero minima parte). Prima o poi ci metterò le mani per fare piazza pulita ;)

        Elimina
    3. grazie! ottimi consigli ... la cosa "se è più di 1 anno che non la uso" era già un aiuto per eliminare cose inutili ...

      RispondiElimina

    Ciao, grazie per il tuo commento!

    Guarda l'ultimo video!