[#DIY Guest post] Come lo Scrapbooking diventa Arteterapia by Angela Tombari

by - marzo 10, 2018

Come lo Scrapbooking diventa Arteterapia by Angela Tombari
Per il nuovo appuntamento con la rubrica DIY Guest Post, oggi come ospite abbiamo la splendida Angela Tombari del blog I need confetti.

Scrapper di grande capacità creativa, reduce come insegnate dall'ultimo meeting nazionale ASI, Angela nello scrap esprime un gusto personalissimo, elegante e chic, ma allo stesso tempo colorato, che le ha permesso di eccellere nel mondo scrap italiano ed internazionale (è DT member di brand prestigiosi, come Bo Bunny).

Angela, come molte delle grandi donne di talento che ho avuto la fortuna di conoscere in questi 11 anni di blog, è anche persona dalla grande profondità d'animo. Oggi, con la sua esperienza personale, ci farà riflettere sul potenziale terapeutico dello Scrapbooking visto dunque non solo come semplice attività creativa. Lascio a lei la parola...


Ciao a tutti!
Vorrei in primis salutare e ringraziare la padrona di casa del blog per avermi invitata a partecipare alla sua rubrica, grazie Anna, sei una donna incantevole oltre che un’artista piena di talento.

Ora mi presento, sono Angela Tombari e sono appassionata di Scrapbooking.

Pratico questo hobby da circa 4 anni, da quando, su insistente invito, partecipai ad un corso a casa di un’amica. Non è stato “amore a prima vista”, ma un crescendo costante nel corso del tempo, a mano a mano che lo praticavo.

Io sono quella che si definisce una scrapbooker, o scrapper come diciamo in Italia.

In particolare, io sono una scrapbooker di tipo B.

La scrapbooker di tipo A è una memory keeper più o meno seriale, conserva i ricordi attraverso album fotografici e layout decorati in modo artistico, originale e fantasioso. Ogni accadimento è il pretesto per una foto e ogni foto è il pretesto per realizzare un layout o un mini album. Le più accanite e determinate tengono addirittura degli album giornalieri, che diventano dei meravigliosi diari fotografici.

Le scrapbooker di tipo B come me, invece, fanno di questo hobby la loro terapia.

Ho cominciato per caso, in un periodo buio della mia vita, dove persone importanti, presenze costanti da sempre, se ne stavano andando fino a non esserci più. Un periodo di forte stress anche lavorativo, con turni allucinanti, che costringevano il mio corpo alla massima concentrazione, a pranzare all’alba e a riposare forzatamente nei ritagli di tempo. Molto altro successe allora e non sto a dilungarmi oltre. Non credo di vivere un quotidiano diverso da quello di tanti altri, semplicemente la vita è fatta così. Ma quando certe cose accadono tutte assieme, la terra sotto i piedi comincia a cedere e pensi di non farcela più.

Così decisi di fermarmi per riprendere le forze.

Chiesi alcuni mesi di aspettativa dal lavoro e ricominciai a dormire quando si doveva dormire e a mangiare quando si doveva mangiare e soprattutto incominciai a scrappare.

Scrappavo di continuo, appena fatte le faccende di casa prendevo carte, forbici e foto. Tante, tantissime foto, dei miei bimbi, di quando ero piccola, di chi non c'era più, di quando ero giovane e spensierata.

Hai mai sentito parlare della Art Therapy o Arteterapia?

L’Arteterapia può essere definita come l’insieme dei trattamenti terapeutici che utilizzano, come principale strumento, il ricorso all’espressione artistica, allo scopo di promuovere e favorire la guarigione della persona. (Per ulteriori approfondimenti ti consiglio questa pagina del sito Psicolab.net).

L’Arteterapia utilizza molteplici strumenti artistici, che vanno dalla semplice colorazione alla più elaborata pittura, al disegno, alla danza, alla recitazione e anche alla fotografia.
Ecco dunque che lo scrapbooking assume un doppio valore terapeutico, attraverso l'uso artistico e fantasioso dei suoi materiali e tecniche accoppiati alle fotografie.

In particolare, nel mio caso, il tipo di progetto che assume maggiormente questa valenza è quello dove c'è molto da ritagliare.

Ritagliare diventa un po' come colorare, la concentrazione e la ripetizione dei movimenti diventa meditazione e, si sa, meditare fa bene.
Questo è un esempio di progetto terapeutico. Terapeutico per me, intendiamoci, perchè è la fase creativa ad essere terapeutica e non il risultato artistico.

Come lo Scrapbooking diventa Arteterapia by Angela Tombari
Questo progetto, che si chiama Scrapbook Layout o più semplicemente Layout, è composto da una serie di spirali arrotolate su se stesse a formare un fiore e poi incollate su un foglio quadrato di circa 30x30 cm.

La ripetitività del tagliare, arrotolare e infine il concentrarsi su come disporre tutti i fiori sul foglio è la parte per me artistico-meditativa.

Come lo Scrapbooking diventa Arteterapia by Angela Tombari
La presenza nel progetto della foto, con persone speciali e che ricorda un vissuto piacevole, aggiunge positività al momento creativo.

Come lo Scrapbooking diventa Arteterapia by Angela Tombari
Solitamente poi, al progetto si aggiungono delle annotazioni, dette journaling, che riguardano informazioni oggettive sulla foto, dove e quando è stata scattata, chi sono le persone raffigurate, ma volendo anche note personali, come mi sentivo in quel momento, cosa ho pensato, insomma come scrivere una pagina di un diario. Sono confidenze che raramente scrivo, perchè la scrittura è un'espressione artistica che mi appartiene di meno, ma non è da sottovalutare se vogliamo parlare di terapia.

Come scrapbooker di tipo B quindi, dietro a un mio semplice 'lavoretto', spesso si cela un personale pieno di emozioni.

Vorrei invitare anche voi a guardare sotto una luce diversa lo scrapbooking e a sperimentarne i benefici effetti.
Love,
NG

I materiali per la pagina, Angela li ha presi dal suo kit homemade creato con la moodboard di febbraio di Crea il tuo kit con Angela & Giorgia. Splendido gruppo Facebook di challenge, cui ti consiglio di partecipare.

Immagino che Angela abbia catturato anche il tuo interesse con questo personale articolo su Scrapbooking e Arteterapia. Visita il suo blog e i suoi canali social! E condividi il post su Facebook ;)
BLOG: I need confetti
FACEBOOK: www.facebook.com/AngelaNGTombari
INSTAGRAM: instagram.com/angelatombari

------------------------------------------------------------------------------------------

Se ti sei persa gli altri appuntamenti di DIY Guest Post recupera subito ;)

You May Also Like

2 commenti

  1. La penso nello stesso modo, grazie ad entrambe artiste che condividono e servono da ispirazione

    RispondiElimina
  2. la meraviglia, prima tu, poi i tuoi lavori...

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento!

Guarda l'ultimo video!

Iscriviti alla mia newsletter!

* campi richiesti
Iscrivendoti alla newsletter confermi di aver letto la Privacy Policy di questo sito.