Tour del Belgio – Fiandre in 3 giorni: La mia guida completa

by - settembre 22, 2018

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-bruges-0

Le Fiandre, sono state per molto tempo nella mia “lista dei viaggi da fare” e alla fine di giugno scorso ho avuto la fortuna di visitare la zona del Belgio per qualche giorno. Sono felice di condividere con te la mia guida turistica del Belgio e delle Fiandre in 3 giorni, perché so che è il tipo di cosa di cui noi ragazze dall’animo romantico abbiamo bisogno.

Il Belgio è una meta poco conosciuta per noi italiani. Si trova in mezzo alle destinazioni top-turistiche come Amsterdam e Parigi ed è quindi spesso trascurato. Eppure il Belgio ha molto da offrire a qualsiasi tipo di viaggiatore! Ci sono alcune delle più belle e romantiche città d'Europa e si trovano tutte nella regione delle Fiandre. Un tour delle Fiandre è un’idea fantastica per il tuo prossimo viaggio.

Passando per alcune delle mie città preferite (Gand, Bruges e Anversa), degustando cioccolato e la famosa produzione di birra, ecco la mia guida completa per organizzare il tuo viaggio fai da te nelle Fiandre!

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-1

Consigli su come organizzare un Tour delle Fiandre

Raggiungere il Belgio è facile, ci sono moltissimi voli low cost per l' aeroporto Charleroi (che dista un'ora da Bruxelles), in partenza da molte città italiane.

Le distanze in Belgio non sono grandi. Quindi puoi andare in qualsiasi città e fare gite di un giorno da lì. Ma puoi, naturalmente, soggiornare in una città diversa ogni giorno. Visita anche il sito del turismo belga per altre informazioni in merito.

Il modo migliore per esplorare il Belgio, secondo me, è in auto, noleggiandone una. Certo, ci sono buoni collegamenti ferroviari tra tutte le principali città, ma l'auto ti permette di essere flessibile e non seguire orari prestabiliti. Con l’auto puoi girare tranquillamente per le belle campagne del Belgio, come abbiamo fatto io e Marco, senza spendere granchè, visto che le autostrade non si pagano e la benzina costa meno che in Italia.

All'interno delle città o appena fuori si possono noleggiare delle biciclette. Qui, come in Olanda, le piste ciclabili sono ovunque!

Qual è il periodo migliore per un tour delle Fiandre?

Il Belgio non è propriamente conosciuto per il suo bel clima. Infatti è piovoso e molto variabile anche d'estate, per cui è davvero difficile fare affidamento sulle previsioni del tempo. Tuttavia d'estate è più facile incontrare sole e belle temperature. Mio marito ed io siamo partiti a fine giugno ed abbiamo trovato splendidi giorni di sole, anche troppo caldo. Ma qualche goccia di pioggia “non prevista” è arrivata lo stesso. E' sempre un'incognita!

Vicino al solstizio d'estate si raggiunge la maggior lunghezza delle giornate: qui il sole può tramontare un paio d'ore dopo rispetto al centro Italia, non male davvero!

I mesi migliori per visitare il Belgio vanno da Maggio a Settembre, ma chi c'è stato giura che anche nel periodo natalizio questi luoghi sono pieni di fascino!

BELGIO: itinerario di 3 giorni per un tour delle Fiandre

Il mio itinerario di tre giorni in Belgio, che consiglio, comprende le città più belle delle Fiandre: Gand, Bruges e Anversa.

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-gand

1 ° giorno: Gand

Mentre la maggior parte dei turisti si riversa verso Bruxelles o Bruges, la piccola ma bellissima città portuale di Gand (Ghent in fiammingo) è sicuramente una meta imperdibile del Belgio. Dopo i fasti del passato, oggi è un luogo molto rilassato con un'aria bohémien. È anche una collezione di architettura medievale sul canale, ristoranti con stelle Michelin, boutique originali e un ricco calendario di eventi culturali. Per capire veramente il fascino del luogo, consiglio di saltare le gite turistiche in barca sul canale e scoprire invece a piedi tutti i punti d'interesse.

Se si arriva in treno, la stazione ferroviaria di Dampoort è la più vicina al vecchio centro storico.

Ecco i principali luoghi da non perdere a Gand:
Gravensteen, il castello del X secolo merita una breve visita.
Fiume Leie, fai una passeggiata lungo Graslei e Korenlei e oltre il Ponte di San Michele.
Cattedrale di San Bavone, all'interno si può scegliere di visitare la famosa pala d'altare di Gand, nota anche come il Polittico dell'Agnello Mistico, dipinto da Jan van Eyck. Imperdibile per gli amanti dell’arte fiamminga!
Belfry e Cloth Hall (Belfort en Lakenhalle) e la chiesa di San Nicola valgono anche una breve visita.
Shopping originale da Helen b, un negozietto con una selezione unica di oggetti per la casa, bijoux, illustrazioni, poster e molto altro ancora. Nel negozio troverai il lavoro di oltre 90 creativi.

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-bruges-1

2 ° giorno: Bruges

Uno dei posti più famosi e romantici da visitare in Belgio è senza dubbio Bruges (Brugge in fiammingo).

Basta un giorno per visitare la città, ma fermarsi una notte è una buona idea per vivere il luogo un po’ meglio e goderselo fino in fondo. Il momento migliore per passeggiare per Bruges è nel tardo pomeriggio, perché durante il giorno è affollata di turisti. Bruges è un posto da favola, ma è difficile apprezzarla davvero se devi spingerti tra la folla. Infatti, probabilmente perchè è la più cara delle città fiamminghe, solo una piccolissima percentuale di turisti rimane a dormire a Bruges, quindi la sera la città è davvero completamente deserta! A me e Marco, passeggiando la sera, ci ha dato anche una sensazione malinconica (un po' come avviene a Venezia), che di giorno non si percepisce. Per cui se tu e la tua famiglia o i tuoi amici cercate un po' di vita dopo il tramonto, scordatevi questa città. Se amate la tranquillità e gli angolini poetici, allora fa per voi.

La città medievale perfettamente conservata è il posto ideale per un weekend di coppia, è molto romantica e anche innegabilmente ”instagrammabile” grazie alle sue belle case che si specchiano sui canali, ai caffè all'aperto in stile francese, ai numerosi ed eleganti cigni che si ritrovano all'improvviso dentro gli specchi d'acqua, alle carrozze coi cavalli che danno un'aria retrò. Insomma, c'è tutto ciò che un animo romantico può apprezzare. Eh sì, ma accontenterà anche il tuo compagno, perchè qui ci sono le migliori birre europee!

E poi la sua bellezza ha avuto dei riconoscimenti internazionali: dal 2000 la piazza del mercato è stata dichiarata Patrimonio dell’UNESCO.
Parcheggio: Ti voglio dare una dritta! Pochi lo sanno, ma se arrivi in auto puoi parcheggiare gratis appena fuori dal centro e ti concedi due passi in più per attraversare la città, che è abbastanza piccola da fare su e giù a piedi. Puoi parcheggiare la macchina ad esempio vicino la caserma di polizia in via Lodewijk Coiseaukaai.

Se vieni in treno, pianifica di rimanere in tarda serata ed esplorare i bellissimi canali quando i turisti sono spariti. È il mio consiglio spassionato per chiunque visiti Bruges senza soggiornare in loco.
Ecco le principali cose da fare a Bruges per chi la visita per la prima volta:

Piazza del Mercato (Markt) è la piazza principale (la più fotografata!).
Belfort, puoi salire su questa torre medievale per ammirare splendidi panorami.
Piazza Burg, da vedere anche questa bella piazza di forma quadrata. Da qui prendi uno stretto passaggio a sinistra del municipio verso il Vismarkt (mercato del pesce), quindi vai a destra (sud) e segui i canali in direzione della Chiesa di Nostra Signora.
Minnewater, il Lago dell'amore, un parco dove passeggiare e riposare in tranquillità (meglio se mano nella mano!).
Beguinage (Beghinaggio), fa parte dei beghinaggi fiamminghi iscritti dal 1998 nella lista dei Patrimoni mondiali dell'UNESCO. Fino al 1928 ha ospitato le beghine. All'interno c'è una chiesa ed un cortile sul quale si affacciano 30 case di color bianco.
Giro in barca sui canali, un vero must da fare a Bruges.
Birrifici. Se hai ancora del tempo, puoi concederti una pausa in uno dei birrifici, ad esempio, De Halve Maan, un birrificio artigianale che offre menù e degustazioni, ma anche visite guidate a pagamento.
Cenare in uno dei tanti ristoranti e passeggiare sui canali con tappa al tramonto al Rozenhoedkaai (l'angolo più fotografato di Bruges). Come ho detto, c'è un'atmosfera molto diversa la sera. Avendo dormito qui varie notti e provato diversi locali, ti suggerisco un posto un po' fuori dalle rotte, ma con una cucina di classe al prezzo degli altri ristoranti più centrali (devi prenotare perchè è molto frequentato dalla popolazione locale), si tratta di Tom's Diner.

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-anversa

3 ° giorno: Anversa

Anversa (Antwerpen in fiammingo) è la mia città belga preferita. Non è grande come Bruxelles, non è turistica come Bruges o Gand e proprio per questo ha un sentimento più autentico ed un'atmosfera fresca e cosmopolita. Consiglio vivamente di dedicare un'intera giornata a questa città.

Visitare Anversa significa passeggiare ammirando i palazzi in stile Art Nouveau, Art Deco e neorinascimentale, ma anche incontrare la grande produzione pittorica del Seicento fiammingo (Rubens, Bruegel e Van Dyck).

Forse l'hai sentito dire, Anversa è la capitale dei diamanti, ma questa città sta diventando sempre più cool: per il Belgio è il centro della moda, del design e della creatività.

Pur essendo una città portuale di 500.000 abitanti (è il secondo bacino commerciale d’Europa dopo Rotterdam), il centro di Anversa è relativamente piccolo e le distanze sono molto ravvicinate.
Di seguito sono riportati i miei suggerimenti per i principali luoghi che devi vedere ad Anversa.

La stazione centrale di Antwerpen Centraal, considerata come una delle stazioni ferroviarie più belle del mondo, è espressione del Art Nouveau belga. Non perderti una visita all'interno, dove trovi anche l’ufficio per le informazioni turistiche a cui chiedere una mappa della città.
Meir, il quartiere dello shopping, si passa nella via principale per arrivare in centro. La via è pedonale e ciclabile. Nelle vie vicine scopri anche i negozi più originali e creativi. I concept store vanno forte ad Anversa e se ami lo stile scandinavo non puoi perderti questo negozio nel quartiere della moda: Moose in the City (Ljzerenwaag 10-12).
La Casa di Rubens, Ruben Huis in fiammingo, in questa casa il pittore dipinse la maggior parte dei suoi capolavori.
Groenplaats, numerosi bar e ristoranti circondano la piazza.
Grote Markt, la piazza principale su cui sorgono diversi edifici storici.
La Cattedrale di Nostra Signora, dove ammirare i quadri di Rubens. Il monumento è stato inserito nella lista dei beni del Patrimonio dell’Umanità UNESCO per via del suo campanile.
Il castello medievale Het Steen
Vleeshuis, il Mercato delle carni, è una delle storiche e caratteristiche costruzioni della città fiamminga.
MAS Museum aan de Stroom con terrazza panoramica.
La nuova casa portuale, firmata dallo studio dell’archistar Zaha Hadid, un’incredibile struttura che sembra un diamante dalle mille sfaccettature.
Alcuni consigli pratici per visitare Anversa:
Anversa gode di un'ottima posizione e offre ottimi collegamenti con l'aeroporto di Bruxelles e il centro di Bruxelles (35-40 minuti), ma anche con Gand (50 minuti) e Bruges (1 ora e 30 minuti).
Dal mio punto di vista, Anversa è un buon punto di partenza per esplorare il Belgio. E’ probabile che sarà un po' più economico alloggiare ad Anversa che a Bruxelles, sicuramente più economico di Bruges.
Se hai anche un 4 ° giorno a disposizione, puoi concederti una visita a Bruxelles, la capitale (sebbene sia fuori dalle Fiandre). La città è una buona base per esplorare il Belgio: ci sono collegamenti ferroviari diretti per tutte le principali città ed è ovviamente anche ben collegata attraverso le autostrade.

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-bruges-2

Cosa mangiare nelle Fiandre

Mettiti il cuore in pace perchè la ristorazione nelle Fiandre (in particolare a Bruges) è piuttosto cara. Difficile trovare locali economici, soprattutto aperti la sera. Ricordati, infatti, che qui nelle cittadine più piccole, compresa Bruges, si cena prestissimo e quasi tutti i ristoranti chiudono alle 21!

Fai attenzione: ci sono molti buoni ristoranti (alcuni stellati), ma anche “trappole” per turisti.

La cucina è in gran parte a base di carne ed è un mix tra quella francese e quella tedesca. Per cui gli stufati di carne non mancano, come la carbonade flamande a base di birra, che devo dire non ci ha entusiasmato, almeno quella che abbiamo assaggiato noi in uno dei ristoranti più consigliati di Bruges.

Ci sono due autentiche istituzioni in questo Paese di cui i belgi vanno molto fieri: le patatine fritte e le praline al cioccolato.

E' una cosa abbastanza curiosa che le patate fritte siano il piatto nazionale belga, ma grazie a questo ci sono friterie in ogni angolo. A chi non piacciono le patatine?!

In questa zona d’Europa (così come in Normandia e Bretagna) puoi provare cozze e patatine fritte, che è proprio un piatto tipico. Da queste parti cuociono le cozze anche nella birra.

I Belgi sono famosi anche per il cioccolato. Numerosi sono i negozi strapieni di praline e cioccolatini di ogni tipo.

Nelle Fiandre puoi anche assaggiare il vero waffle, avrai l’imbarazzo della scelta.

Il punto di forza sono senza dubbio le birre, sia quelle industriali che quelle artigianali. Persino io, che non sono un'estimatrice di questa bevanda (che per me è troppo amara) in Belgio non ho potuto resistere. Attenzione, sono birre molto alcoliche! ;)

01

Come cercare alloggi nelle Fiandre

Anche se per gli italiani è una meta poco conosciuta, il Belgio ha molti turisti che la visitano ogni anno, quindi sa offrire diverse soluzioni: tantissimi sono gli hotel e B&B per tutte le tasche.

Se si è muniti di auto, si può anche prenotare fuori dalle città più turistiche, magari a pochi chilometri dal centro, così da risparmiare e vivere un Belgio più autentico.

Se hai solo tre o quattro giorni per visitare il Belgio, questo itinerario è tutto ciò di cui hai bisogno. Se hai più tempo potresti anche considerare di visitare la parte francofona del Belgio con bellissimi luoghi come Namur, Dinant , Durbuy, ecc. E poi ci sono anche i memoriali della seconda guerra mondiale come Bastogne e il tour delle abbazie e birrerie trappiste.

Se hai trovato utile questo post, condividilo con i tuoi amici. Sei su Pinterest? Pinna questa immagine!

belgio-fiandre-itinerario-3-giorni-2

You May Also Like

3 commenti

  1. Grazie Anna! Il Belgio è nella mia mente da un po' e quando ci potremo andare la tua guida sarà preziosa per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice Claudia. Avevo anche io da tempo questa meta nella mia lista dei "viaggi da fare" e devo dire che sono stata molto soddisfatta. Inoltre ti consente di fare una vacanzina di pochi giorni se non si ha molto tempo a disposizione o se si vuole spezzare la routine :)

      Elimina
  2. Grazie Anna, guida utilissima!

    RispondiElimina

Ciao, grazie per il tuo commento!

Guarda l'ultimo video!

Iscriviti alla mia newsletter!

* campi richiesti
Iscrivendoti alla newsletter confermi di aver letto la Privacy Policy di questo sito.